Sanremo 2021: abiti da sposa e paillettes, i look che fanno discutere.

Sanremo 2021: abiti da sposa e paillettes, i look che fanno discutere.

Si sono spente le luci sul palco dell’Ariston in cui ha avuto luogo la 71esima edizione del Festival di Sanremo, per celebrare la musica italiana, con la vittoria dei Maneskin mentre per la categoria Nuove Proposte, la vittoria è di Gaudiano.

Un’edizione diversa, particolare, senza pubblico in sala che ha fatto tanto discutere ma che ha tenuto compagnia milioni di italiani in tempi di pandemia. Mai come quest’anno il palcoscenico più glamour è diventato una passerella su cui classe, melodia e stile si sono fusi in un connubio perfetto per la moda italiana. In una situazione surreale che mai avremmo potuto immaginare di ritrovarci a vivere, l’abbigliamento è stato l’elemento più discusso, perché il luccichio degli abiti, delle paillettes e i vestiti delle star studiati come espressione e forma d’arte, hanno creato un clima diverso riuscendo a coinvolgere un pubblico di giovani, spiazzando d’altro canto, i più anziani.

Grandi firme hanno solleticato la curiosità dei telespettatori, che con sguardo attento hanno promosso e bocciato gli outfit delle serate.
Amadeus che anche quest’anno si è affidato allo stilista Gai Mattiolo per la realizzazione degli abiti, impeccabile con le giacche tempestate di Swarovski in tessuti broccati che viravano sul metallico. Rosario Fiorello, invece, ha sfoggiato i completi eleganti di Giorgio Armani mentre Ibrahimović, calciatore svedese attaccante del Milan ha vestito quelli di Dsquared2, di cui è testimonial.


Discorso a parte merita Achille Lauro ospite fisso di tutte le serate, che attraverso i suoi travestimenti ha inscenato un vero e proprio show dando vita a cinque esibizioni diverse, ognuna con un proprio tema, presentando così ogni sera un quadro, come lui stesso ha definito su Instagram: “5 anime, 5quadri, 5 lettere, 5 benedizioni”. Con Achille Lauro abbiamo potuto vedere il cambiamento dell’arte che si adatta alle generazioni, che muta nel tempo e che si declina in diverse forme: uditive, visive e recitative.


Ampia la schiera di brand e stylist per i cantanti e gli ospiti, abiti da Red Carpet che hanno illuminato le dive sul palco e abbagliato il pubblico da casa. Grande il successo di Elodie, molto apprezzata dal web, sfoggiando una rassegna di abiti firmati Versace; curata in ogni particolare dalla sua stylist Ramona Tabita. La super top model 22enne Vittoria Ceretti, che ha sfilato sulle passerelle per le più grandi griffe in tutto il mondo, ha indossato gli abiti di Bottega Veneto e Valentino. Barbara Palombelli e Giovanna Botteri con uno stile semplice ma accurato consono alla loro immagine di giornaliste, indossando Giorgio Armani che ha vestito anche l’elegantissima Serena Rossi. Per non parlare della mantella di Laura Pausini fresca di Golden Globe, in un abito firmato Valentino, che ha portato sfilando da vera regina.

Quest’anno accanto al nero elegante, abbiamo visto irrompere anche i colori sgargianti come le tinte fluo dall’arancio al fucsia de La Rappresentante di Lista, ai colori forti che ha portato sul palco Loredana Bertè con un’acconciatura di farfalle come solo lei può portare creando un effetto rock. Ma anche tanta la polemica sui temi lanciati dai costumi così stravaganti, come quello di Madame che si è presentata sul palco con il velo da sposa e di nuovo Achille Lauro vestito di bianco con il tricolore quasi ridotto a straccio gettato a terra, riportando l’immagine di una società distrutta nella sua identità e nei suoi sogni.


Pare che con questa edizione si siano rotti gli schemi tradizionali, in un intreccio di generazioni e di giovani indipendenti che si sono presi la scena in cui creatività, fantasia e talento sono stati elementi predominanti per il Festival di Sanremo 2021.

Claudia Esposito

Lascia un commento